Galleria

Aperto fino alle 20:30

Ipermercato

Aperto fino alle 21:00

Ristorazione

Aperto fino alle 20:30
Scopri tutti gli orari >>
<< Torna all'elenco

FLEX DISPLAY

tech

Dopo la crisi dell’innovazione legata al mondo degli smartphone, dovuta per lo più alla saturazione del mercato, il 2019 potrebbe essere l’anno della svolta. L’anno degli schermi pieghevoli, sui quali molti giganti della tecnologia stanno lavorando da anni. Obiettivo? Un apparecchio che ci permetta di fare molte cose contemporaneamente, un unico dispositivo, in grado di interpretare i ruoli di smartphone, tablet e computer, dove guardare un film, godersi una partita o un concerto. Questo ha spinto ad inventare nuovi materiali e a riprogettare i componenti del display.

A portare il primo prodotto sul mercato fu una startup cinese, che già nel 2014 mostrò il più sottile display flessibile a colori, di appena un centesimo di millimetro di spessore.

Ora la stessa azienda di Shenzhen ha realizzato il flex display: una volta aperto l’apparecchio è un tablet, mentre piegandolo assume la funzionalità di due smartphone, uno per parte ed ognuno con la propria sim. All’interno vi è un sistema operativo Android.

La vera scommessa, però, è la resistenza dello schermo se piegato migliaia di volte.

Anche il più grande produttore mondiale di telefonini sud coreano ha presentato qualche giorno fa il prototipo del cellulare, o tablet, pieghevole, basato sulla nuova piattaforma infinity flex display. La prossima tappa?  Schermi avvolgibili e persino estensibili!

Gli altri trends